PALAZZO VENIERI

palazzo venieri palazzo venieri palazzo venieri palazzo venieri palazzo venieri palazzo venieri
Descrizione

Lavori di messa in sicurezza dell'edificio scolastico Liceo G.Leopardi.

Categoria

Restauro architettonico, Ristrutturazione

Luogo

Recanati (MC)

Categoria
Restauro architettonico, Ristrutturazione
Maggiori Informazioni

L’imponente complesso di particolare valore storico, di proprietà comunale, è ubicato in pieno centro storico della città di Racanati in via Cavour n.53. tra Piazzale Gigli e la strada di circonvallazione. L’aspetto che il palazzo doveva avere secondo il disegno quattrocentesco è di difficile ricostruzione perché le vicende intercorse ne hanno notevolmente alterato la forma; doveva trattarsi di un imponente edificio quadrilatero di 4 piani sopra suolo, articolato intorno ad un cortile centrale a cinque intercolumni per lato, secondo uno schema tipicamente toscano riscontrabile anche in altri palazzi ideati dal Maiano. Con una lettera del 26 settembre del 1472 il Venieri, non ancora Cardinale, rivolse istanza di edificare il palazzo in prossimità delle difese della città, “in ripis”. Nel 1473 dopo l’acquisizione e l’abbattimento degli edificanti esistenti di Giacomo Di Pietro, vennero dati inizio ai lavori con la realizzazione di un imponente muro di scarpa dato il notevole dislivello esistente in sito. La comunità di Recanati per la realizzazione di tale opera di difesa erogò 700 ducati nel 1473 ed altri 800 nel 1475, in cambio di un impegno da parte del Venieri a dare ospitalità a palazzo a botteghe in tempo di fiere, a cardinali e ad altri illustri personaggi in visita. Il 3 Agosto del 1479 il Cardinale Venieri morì lasciando incompiuto il Palazzo. In seguito nel ‘700 si compirono i lavori di restauro del Palazzo commissionati dal Cinte Carradori da Pietro Augustoni. Può essere considerato uno degli ultimi esperti della schiera di lombardi che dal XIV secolo in poi lasciarono nelle Marche tante opere distinte di architettura e di scalpello.